cart icon0
my account icon

COSA FARE IN CASO DI SCOTTATURE SOLARI

WHAT TO DO IF YOU GET SUNBURNED

L’estate significa spiagge, verande all’aperto, picnic … e sì, anche scottature solari. Succede a tutti. Anche se metti regolarmente la crema solare al mattino, ti può capitare di fare un tuffo in piscina e poi dimenticare di rimettere la crema, o addirittura di lasciarla a casa. E allora, in men che non si dica, sei già rossa come un gambero, a pagare a caro prezzo la tua giornata al sole.

Allora probabilmente te ne farai una ragione e soffrirai per il dolore, il prurito e per l’eventuale spellatura. Tuttavia, se vuoi ridurre al minimo l’irritazione, e aiutare la tua pelle a guarire dovresti seguire alcuni passaggi fondamentali (e utilizzare dei prodotti opportuni)

Che cosa sono le scottature solari?

Come certamente saprai, le scottature solari sono la risposta della pelle alla sovraesposizione ai dannosi raggi solari.

Il rossore che ha la pelle dopo una prolungata esposizione al sole, è una reazione infiammatoria. Ma che cosa succede sotto la superficie della nostra pelle? I vasi sanguigni si dilatano. La pelle si secca e si disidrata. E inizia ad eliminare le cellule danneggiate, che è il motivo per cui quando subiamo scottature solari, spesso ci spelliamo.

Non c’è bisogno di essere rossi come il fuoco per essere bruciati. Anche una pelle leggermente rosata potrebbe aver subito una scottatura solare, e quindi deve essere trattata con attenzione.

Che dire dell’abbronzatura?

A molte persone piace l’idea di un’ “abbronzatura sana e luminosa”, ma in realtà non c’è niente di sano nell’abbronzatura. L’abbronzatura infatti è il modo con cui la pelle tenta di limitare i danni del sole. Le cellule epidermiche si ispessiscono e producono melanina, che rende la pelle scura (provocando anche iper-pigmentazione). Potresti pensare che se non ti sei scottata, allora la tua pelle sta bene, ma la verità è che l’abbronzatura è una reazione di difesa della pelle contro i danni del sole.

Il modo più sicuro per abbronzarsi è utilizzare un autoabbronzante di qualità. In questa maniera otterrai un’abbronzatura luminosa, senza gli effetti indesiderati.

Invecchiamento prematuro

Avrai sicuramente sentito dire la frase “non ti preoccupare, io non mi brucio mai”. Sfortunatamente, il fatto di non scottarsi, non significa non subire danni solari. Alcuni degli effetti a lungo termine del sole infatti, sono le rotture di collagene ed elastina, due proteine che mantengono la pelle soda e liscia. Una prolungata esposizione al sole fa diminuire la capacità rigenerativa della pelle, e l’effetto è più marcato con l’avanzare dell’età. C’è anche un nome per questo fenomeno: fotoinvecchiamento.

Quindi, anche se sei sicura di non scottarti, non hai scuse per non proteggere la tua pelle dal sole.

Mi sono scottata: che posso fare?

Ricordiamo  fin da subito che in caso di gonfiore, vesciche, infezioni di ogni tipo, febbre, svenimenti, senso di vertigini o nausea devi farti visitare da un medico. Questi sintomi suggeriscono ustioni profonde o un possibile colpo di calore, che devono essere trattate da un professionista.

Escludendo questi sintomi, probabilmente hai semplicemente una scottatura solare. Una delle prime cose da fare dopo aver capito che ti sei scottata, è di rinfrescarti la pelle. Appoggia sulla pelle un asciugamano fresco e umido e tienilo per 10-15 minuti nel corso della giornata, oppure fai delle docce fredde che aiuteranno a lenire il calore e il dolore (ma evita di mettere il ghiaccio direttamente sulla pelle).

Tampona delicatamente la tua pelle finché non sarà asciutta, e applica un idratante per reidratarla un po’. E’ importante sottolineare che non devi assolutamente utilizzare alcun tipo di crema a base di derivati del petrolio, che devi evitare tutti quei prodotti troppo grassi, come balsami o burro perché trattengono il calore. Opta piuttosto per una lozione leggera oppure per gel idratante.

A mano a mano che la pelle guarisce, può essere utile utilizzare tonici, sieri e lozioni che contengano ingredienti con azione riparatrice e lenitiva. A un certo punto, potresti iniziare a spellarti. Anche se sei tentata, non tirare via la pelle che si sta staccando, perché rischieresti di staccare anche la pelle sana, rallentando il processo di guarigione.

Se hai subito una grave scottatura, potresti avere delle piccole vesciche. Non scoppiarle, perché potrebbero fare infezione. Invece, coprile con delle garze per proteggerle. Mentre se scoppiano da sole, applica un rimedio anti-batterico, e poi coprile con delle garze finché la pelle non si sarà rimarginata.

Inoltre ti consigliamo di evitare anche tutti i prodotti esfolianti, sia fisici che chimici. Inutile dirlo, ma l’ultima cosa di cui ha bisogno la tua pelle in via di guarigione è di subire ulteriori  esfoliazioni o scrub. 

Quali prodotti potrebbero essere utili in caso di scottature solari?

Diamo uno sguardo ad alcuni ingredienti di prodotti da usare per lenire e riparare la pelle dopo le scottature solari, e per contrastare alcuni degli altri effetti dell’esposizione al sole.

Aloe

Sicuramente l’aloe è la prima cosa che ci viene in mente quando vogliamo lenire la pelle dalle scottature solari. Esistono numerosi gel a base di aloe, che hanno un effetto rinfrescante, diminuiscono l’infiammazione e riducono il prurito. Assicurati di controllare la purezza del prodotto – alcuni gel all’aloe possono contenere molto alcool, quindi leggi attentamente l’etichetta

Acido Ialuronico

è molto probabile che tu abbia già qualche prodotto a base di acido ialuronico tra i tuoi prodotti per la cura della pelle – perché è incredibilmente popolare. Hai bisogno di ripristinare la perdita di idratazione a seguito di una prolungata esposizione ai raggi solari, e l’acido ialuronico è perfetto per mantenere la pelle idratata. Reidratare adeguatamente la pelle la aiuterà a guarire.

Miele

Il miele è stato usato a lungo per curare le ferite ed ha proprietà nutritive e antibatteriche che proteggono la pelle aiutandone la guarigione.

Bava di lumaca

Sì, la bava prodotta da queste piccole creature apporta molti benefici alla pelle scottata dal sole. La bava di lumaca è nota per la sua azione riparatrice, ed è anche un ottimo rimedio per schiarire le iperpigmentazioni. Ha un valore inestimabile!

Guaiazulene

E’ un ingrediente meno conosciuto, che possiamo trovare in alcune creme lenitive. Viene utilizzato spesso negli unguenti giapponesi per le ustioni, ed è un rimedio ideale contro le scottature solari.

Proteggiti!

Indubbiamente, il modo migliore di trattare le scottature solari è di non scottarsi.

La crema solare è un must e devi metterla tutti i giorni. Assicurati di mettere una crema solare con un livello adeguato di SPF e PA, per essere protetta sia dai raggi UVA che dagli UVB. Applica la crema solare su tutta la pelle esposta, compresi attaccatura dei capelli, orecchie, retro delle ginocchia ecc. Fai in modo di metterne abbastanza (troppa è meglio che troppo poca). Riapplica la crema solare ogni 2 ore, o dopo il bagno/dopo aver sudato, e di tanto in tanto controlla la data di scadenza.

Non sprecare i tuoi giorni estivi a riprenderti da un’insolazione. Con un po’ di attenzione, puoi divertirti al caldo e al sole senza effetti indesiderati!


Lascia un commento

Si prega di notare: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

BACK
TO TOP